Secondo viaggio nel nuovo mondo

IMG_3623

 

Prima di leggere questo articolo consiglio di leggere la puntate precedenti di questo mini  racconto. Se le  avete lette , vi ringrazio .

Prima puntata  qui

Seconda puntata qui

Sentii la voce che mi diceva di continuare a camminare ad occhi chiusi , se li avessi aperto sarei rimasta cieca a vita . I miei passi erano lenti , sentivo un rumore simile a quello che c’è nell’aria quando apri una porta .Era come attraversare degli ostacoli . Questa volta la voce mi ha fatto trovare nel nuovo mondo in meno di un ora. La voce ad un certo punto mi disse che ero arrivata e potevo aprire gli occhi . Tremavo . Avevo ,per tutto questo tempo ,ho desiderato di  ritrovarmi di nuovo lì . Quando aprii gli occhi vidi che mi trovavo lungo una spiaggia. Erano tante persone nude che facevano il bagno . Ero uscita dal vecchio mondo vestita con abiti invernali . Mi vergognavo di essere lì : ero così ridicola . Per fortuna dopo un po’ notai che nessuno mi guardava , anzi sembrava che loro non percepissero la mia presenza . Amo il mare . Amo la sua forza e tutti i misteri che custodisce nella sue profondità . Il mio cane non ci pensò due volte ed entrò in acqua . Stranamente nessuna delle persone presenti in acqua si allontanò nonostante lui ci girasse intorno . Nel nuovo mondo tutti gli animali erano trattati come gli esseri umani . Non esisteva la pena di morte per tutti  gli animali che vivevano in questo pianeta . Anzi ho visto che c’era gente che aveva portato con se in spiaggia anche piccoli maialini neri che si divertano nell’ acqua bassa . I bambini giocavano con i loro genitori . Sembrava un paese in festa . Ho tolto i vestiti che avevo addosso e sono rimasta in slip e reggiseno . Sono corsa verso il mio cane Fox e insieme abbiamo nuotato per un po’ . Per la stanchezza , dopo un po’ di tempo , ho smesso di nuotare e sono tornata sulla terra ferma. Ero imbarazzata perché i miei slip bianchi una volta bagnati dall’ acqua , mettevano in mostra le mie parti intime non depilate . Nel vecchio mondo stava quasi per finire l’ inverno, perciò non mi ero ancora depilata . Di solito quando vado in vacanza con i miei prima della partenza mi depilo . Questa volta sono stata proprio un’ ingenua a non pensare che sarebbe potuto esserci questo imprevisto . Sono proprio una ragazza che si fa le seghe mentali , perché in quella spiaggia tutti gli esseri umani presenti erano nudi . Forse l’unica che si trovava fuori posto ero io . Mi sono seduta sopra ai miei vestiti . Pensai a come sarebbe stata la mia vita da quel momento in poi . Non avevo con me del denaro , ma solo i miei vestiti e la compagnia del mio inseparabile amico a quattro zampe. Cercai nella tasca dei miei jeans la pietra bianca . Non lo trovai . Oh mio dio ! E adesso che faccio ? Quella pietra aveva dei poteri magici . Guardai anche nelle tasche della giacca a vento ma non c’era . Le mie tasche erano vuote . Non avevo nemmeno le chiavi di casa . Questa volta ero uscita di casa senza lo smartphone .Non volevo essere disturbata dalle chiamate ansiose di mia madre : volevo stare in pace , da sola con il mondo nuovo . Mi misi a pensare a quale poteva essere il senso di tutto quello che mi era successo . Nel vecchio mondo , mi giudicavano come una fallita perché non avevo trovato un lavoro , non avevo un  fidanzato , non avevo una macchina , insomma ero una sfigata . Nel nuovo mondo non mi sentivo giudicata , anzi mi sentivo libera di essere me stessa . Dopo un po’ di randagio in spiaggia con addosso solo l’intimo decisi di entrare nelle vie del paese . Ho un forte senso di orientamento . Mi ricordavo la casa della signora che mi aveva offerto da bere l’altra volta . Chiesi a Fox se aveva sete . Lui come un servile senza esitare mi indicava il percorso che dovevo fare per trovare la casa  . Sapevo che con il suo aiuto avrei potuto superare ogni difficoltà . Non mi sbagliavo affatto . Dopo aver percorso a piedi circa 1500 metri vidi Fox fermo davanti alla casa della signora che mi aveva regalato la pietra bianca . Suonai il citofono . Dopo un po’ una voce mi disse che la mia impronta digitale era irriconoscibile e mi diceva che se non mi allontanavo entro dieci minuti , sarebbero arrivate le forze della polizia .

Tra me e me pensai : «Ma come? Siete impazziti ? Non sono mica un ladro!» Probabilmente a casa non c’era nessuno . Come una bambina che ha finito le caramelle decisi che non mi sarei mossa di lì e che avrei aspettato il rientro a casa della signora misteriosa . Come annunciato dalla voce del citofono vidi arrivare la macchina della polizia . Una poliziotta scese dalla macchina e mi chiese :

  • Perchè sei qui ?
  • Sto aspettando la padrona di casa .
  • Come ti chiami ?
  • Mi chiamo Victoria  Lali.
  • Si mise  a guardare in un mini computer che aveva nella sua borsetta e verificò se il mio nome era presente nella lista dei abitanti del paese .

Ero un alieno del vecchio mondo e il mio nome sarebbe stato introvabile in quella lista , ne ero quasi certa . Come avevo previsto la poliziotta mi disse che dovevo andare con loro alla stazione di polizia per altri accertamenti . Allora io chiesi :«E il cane ? Viene con me pure lui ?» Lei mi disse che il cane sarebbe stato portato via nella casa famiglia dei cani .Lo avrei riavuto solo dopo gli accertamenti . Sono salita in auto con loro e la cosa strana è che non mi hanno messo le manette . Di solito nel vecchio mondo quando ti arrestano la prima cosa che fanno é metterti le manette . Avevo obbedito come un cagnolino ai loro ordini e forse non mi ritenevano un pericolo . Così mi trovai in un ufficio di polizia . Arrivò un signore che avrà avuto sui cinquant’anni . Mi fece delle domande , le foto segnaletiche e controllò le mie impronte digitali. Gli raccontai che avevo deciso di abbandonare il vecchio mondo e che volevo vivere nel nuovo mondo .Mi chiese anche perché  avevo suonato proprio in quella casa lì .Allora gli raccontai anche che in quella casa abitava una signora che era l’unica che mi poteva aiutare a trovare una sistemazione temporanea . Dopo avermi ascoltata con molta attenzione mi disse che dovevo rimanere lì . Lui uscì e andò in un altra stanza . Da dove mi trovavo sentivo delle voci . Parlava con i suoi superiori . Penso che fossero increduli della mia esistenza lì. Contattarono tramite il video telefono la padrona di casa e le chiesero se mi conosceva . Fecero vedere a lei la mia foto . Dopo aver visto la mia foto lei disse che mi conosceva . Disse a loro che ero un alieno del vecchio mondo che aveva conosciuto per caso e non sapeva di preciso per quale motivo avrebbe avuto questo contatto con me . Così il capo della polizia dopo essersi scusato per il disturbo chiuse la telefonata . Rientrò in ufficio e con una voce quasi amichevole mi disse : «Benvenuta al nuovo mondo . Ti lascio il libro delle regole che tutti i nostri abitanti devono leggere e rispettare.» In realtà non vidi nessun libro ma solo una cosa simile a uno smartphone e all’interno c’era la mia foto , il codice delle mie impronte , il mio nome e anche il libro in bella vista sul display . Mi disse che per accedere bastava che io appoggiassi il mio dito indice sullo schermo e si sbloccava . In caso di smarrimento dovevo rivolgermi a loro . Lo salutai e mi trovai di nuovo in strada .

 
Continua… prossimo post 
Fotografia e testo di © Violeta Dyli Copyright
Annunci

22 comments

  1. newwhitebear · aprile 21, 2016

    Non facile vivere nel nuovo mondo. Victoria l’aveva pensata in modo diverso. Che farà? In mutande e reggiseno?
    Aspettiamo la prossima. Sono molto curioso di conoscere gli sviluppi.
    Certo che non depilarsi 😀

    Liked by 1 persona

    • bukurie · aprile 21, 2016

      Era rimasta in mutande perché nel vecchio mondo c’erano troppo tasse da pagare 😂 In seguito scriverò nuove puntate con le sue nuove avventure . Buon pomeriggio 😊

      Liked by 1 persona

      • newwhitebear · aprile 21, 2016

        Cavoli che esosi nel vecchio mondo! In mutande e non depilata! E’ meglio il nuovo mondo dove tutti sono nudi 😀 ma senza tasse.

        Liked by 1 persona

  2. Mi....semplicemente · aprile 21, 2016

    Interessante, attendo sviluppi 🙂 Ciaooo

    Liked by 1 persona

  3. Laura · aprile 21, 2016

    Eccomi, finito di leggere, bravissima Viola, scrivi molto bene, ti abbraccio tanto, buona serata, ❤

    Liked by 1 persona

    • bukurie · aprile 21, 2016

      Secondo i critici della letteratura la mia scrittura é scrittura di strada 😄 del resto sono fotografa di strada e continuerò a scrivere e fotografare a modo mio , con il mio stile vagabondo . Grazie di cuore per aver letto i miei primi ” deliri ” di scrittura in questo blog . Buona serata anche a te ❤️

      Mi piace

      • Laura · aprile 21, 2016

        Ti abbraccio cara, sei fantastica in tutto quello che fai, ❤

        Liked by 1 persona

  4. La revue de Claire · aprile 21, 2016

    Sempre una bella storia

    Liked by 1 persona

  5. L'arca di Michy · aprile 22, 2016

    Non posso che ribadire che è una bellissima storia, che prende ed appassiona ogni istante di più…non vedo l’ora di leggere gli sviluppi successivi, un bacione immenso ❤ ❤

    Liked by 1 persona

    • bukurie · aprile 22, 2016

      Grazie Michy , mi fa piacere che ti fa stare bene leggere questo mini racconto a puntate. Buon fine settimana ❤️

      Mi piace

  6. vikibaum · aprile 22, 2016

    ho scritto anche io qualche cosa sul nuovo mondo…ma è troppo triste, parla di come moriremo…mi piace la tua avventura, restare in mutande vuol dire ricominciare dall’inizio…leggeremo, ciao viola ❤

    Liked by 1 persona

    • bukurie · aprile 22, 2016

      Buongiorno Viki , questo mini racconto a puntate sarà a lieto fine perché tante volte quando leggo romanzi che hanno storie tristi divento triste pure io se il finale é tragico . Sono sempre stata ottimista anche nei momenti più difficili , quindi penso abbiamo bisogno di storie con speranza e anche un pò di comicità per farci sorridere . Grazie per averlo letto . Buon week end ❤️

      Liked by 1 persona

      • vikibaum · aprile 22, 2016

        non intendevo tristezza nel senso classico…no ho pensato che in un nuova era la morte sarà programmata…ecco il mio racconto…

        Liked by 1 persona

  7. Pingback: Le regole di Happy Land | Opinionista per Caso2
  8. Pingback: Prestito | Opinionista per Caso2
  9. Pingback: Cena | Opinionista per Caso2
  10. Pingback: Tempo di colazione | Opinionista per Caso2

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...