Viaggio nel nuovo mondo

IMG_3323

 

Mentre camminavo nel bosco , ad un certo punto vidi una luce talmente forte che all’istante chiusi i miei occhi. Quello che mi é successo dopo , lo ricordo così bene e ora lo sto raccontando allo psichiatra che non ci crede. Fa finta di ascoltarmi , ma in realtà dopo questo episodio la mia vita é diventata un inferno .Lo psichiatra ha acceso il video registratore puntato su di me , così quando sarò uscita di qui lo rivedrà di sicuro o lo farà vedere anche ai suoi colleghi . Ero andata al bosco per raccogliere le castagne con il mio cane . Di solito vado alla raccolta accompagnata da i miei genitori , ma quel giorno i miei erano andati a pranzo da mio zio . Conosco bene questo posto , pensavo che i miei genitori sarebbero stati contenti di trovare una cesta piena di castagne raccolte da me . Il mio cane era felice di questa passeggiata più lunga del solito . Ad un certo punto non lo vidi più . L’ho chiamato ad alta voce diverse volte , ma nulla da fare . Sentivo l’eco della mia voce disperata. Ho guardato l’ora nel display del mio smartphone segnava le 15:23. Poi mi ricordo che mentre camminavo la luce che mi fece chiudere gli occhi , mi trasmesse adosso un calore indescrivibile . Una voce mi diceva di non aprire gli occhi e mi indicava la strada che dovevo percorrere per trovare il mio cane . Questa voce mi avrà fatto camminare ad occhi chiusi per circa un’ora. Dopo mi disse che ora potevo aprire gli occhi . Incredula vidi il mio cane di fronte a me . Non mi trovavo più nel bosco degli alberi di castagno , ma ero sul ciglio di una strada a me sconosciuta . Vidi che ad un certo punto una signora che era a passeggio con il suo cane che mi salutò . Il mio cane di solito quando incontra i suoi simili si agita , ma questa volta era silenzioso . Chiesi alla signora se poteva indicarmi un bar nelle vicinanze perché avevo sete. Mi sentivo persa . Questo paese mi era sconosciuto . Non so come cavolo ho fatto ed entrarci , lo scherzo del destino è che dopo un po’ mi trovai nella cucina della casa della signora . Mi offrì da bere . Lei mi raccontò che lavorava come pasticcera in un negozio ed era in casa perché aveva quattro giorni di riposo. Mi disse che anche suo marito lavorava solo tre giorni alla settimana  come programmatore di computer e che durante il suo tempo libero lui dipingeva , invece lei lavorava a maglia . Mi mostrò i ferri e il gomitolo di filo blu che aveva appoggiato sul divano . Poi mentre parlava con me si mise a lavorare con i ferri . Diceva che in serata avrebbe finito di creare una sciarpa per  suo marito . La cosa strana è che lei non mi faceva domande per sapere la mia età , il mio nome o da dove venivo . Era come se lei sapesse tutto di me . Continuava a raccontarmi che il loro paese era stato costruito dopo la guerra tra i due mondi .Lei era sopravvissuta per miracolo . C’era stata una guerra senza armi . Tra me e me dissi : ma questa é pazza o mi racconta bugie? Mi raccontò che al suo paese prima che scoppiasse la guerra senza armi , era molto alto il numero dei disoccupati . La gente che aveva perso il lavoro con un mutuo in corso per disperazione si toglieva la vita buttandosi nella metropolitana o sotto i treni . Invece la guerra aveva creato un numero enorme di giovani senza lavoro , che non lo avrebbero mai trovato . In questa guerra erano quelli che avevano un lavoro cinque giorni su sette a tempo pieno o part time e quelli che non lo avrebbero mai trovato . In tutte le case dopo la guerra senza armi c’era la connessione  wi -fi gratuita  . Lei raccontava che la guerra era durata per circa 20 anni ,dopodiché al governo era andato attraverso le elezioni digitali un movimento di rivoluzionari che aveva trovato una soluzione attraverso un referendum popolare . Tutti i nuovi nati avevano sin dalla nascita la carta d’identità digitale . Tramite essa poteva fare tutto quello che serviva con il rapporto con lo stato centrale . Mi raccontò che loro votavano ogni cinque anni tramite la tessera elettorale digitale e in tempo reale vedevano sul display dello smartphone il numero dei partecipanti al voto e le posizioni dei candidati in gara . Mi disse che lei sapeva che io ero un alieno che veniva dal vecchio mondo . Conosceva tutta la mia vita . La sua casa aveva un giardino con tanti frutti e con l’orto che lei e suo marito curavano nei migliori dei modi nel loro tempo libero . Lei sapeva che io ero disoccupata , nonostante fossi laureata . Mi disse che gli alieni del vecchio mondo alla quale appartenevo , avrebbe risolto il problema della disoccupazione solo se avessero avuto il coraggio di ammettere che il loro sistema aveva fallito . La soluzione per fare lavorare tutti , ma lavorare di meno sarebbe stato di prendere come modello il loro modo di vivere cioè lavorare solo tre giorni alla settimana , così avrebbero lavorato tutti e avrebbero contribuito al benessere generale di tutti .La sua casa aveva un robot che la aiutava a programmare la cena e i film che avrebbe visto in serata . Insomma mi trovavo in questo nuovo mondo per caso . Non avevo con me lo smartphone perché lo avevo lasciato nel bosco .Chiesi alla signora del nuovo mondo se poteva aiutarmi a tornare a casa . Mi regalò una pietra bianca e luccicante e mi disse di portarmela nel vecchio mondo, sarebbe stata la prova che io avevo navigato fuori dalla realtà .La ringraziai e mi ritrovai di nuovo al punto di partenza . La mia cesta di castagne e la mia borsetta era appoggiata a terra .Quando i miei genitori rientrarono a casa e notarono la cesta di castagne mi dissero che ero stata sprovveduta ad andare nel  bosco da sola perché potevo anche perdermi .Io allora chiesi. ” Ma come papà ?”

– É impossibile perdermi con il nostro cane Fox . Mio padre mi abbracciò con tanto affetto . Non mi faceva pesare il fatto che ero senza lavoro , perché potevo campare finché c’era lui con la sua pensione dopodiché era meglio non pensarci . Raccontai ai miei genitori la mia avventura del viaggio nel nuovo mondo e feci vedere a loro la pietra bianca che mi aveva regalato la signora misteriosa . Loro non mi credevano  e così mi hanno obbligata ad andare in terapia da un bravo psichiatra che non fa altro che riempirmi di psicofarmaci .

 

Testo e Fotografia di © Violeta Dyli 2016 Copyright

 

 

Annunci

52 comments

  1. mairitombako · aprile 19, 2016


    Liked by 1 persona

  2. Mi....semplicemente · aprile 19, 2016

    si pensa sempre di risolvere tutto con gli psicofarmaci …..

    Liked by 1 persona

  3. Timothy Price · aprile 19, 2016

    Interesting writing. Stream of consciousness. I like the photo with the Katy Perry video on the screen and the iris behind the Macbook!

    Liked by 1 persona

  4. L'arca di Michy · aprile 19, 2016

    Meraviglioso….assolutamente meraviglioso!!! Complimenti per lo splendido racconto, bacissimi ❤ ❤ ❤

    Liked by 1 persona

    • bukurie · aprile 19, 2016

      Grazie Michy , mi fa piacere che ti piace . Un abbraccio ❤

      Liked by 1 persona

      • L'arca di Michy · aprile 19, 2016

        ❤ ❤ ❤

        Liked by 1 persona

      • L'arca di Michy · aprile 19, 2016

        Ciao carissima ti ho taggata per il TAG 100 DOMANDE E RISPOSTE, se ti va di partecipare trovi le regole nel mio post, sarei felicissima se partecipassi, un bacio enorme ❤

        Liked by 1 persona

      • bukurie · aprile 19, 2016

        Grazie mille per avermi pensata ma ho risposto di recente a questo Tag. Buona serata 💕 💋

        Liked by 1 persona

      • L'arca di Michy · aprile 20, 2016

        Grazie con tutto il cuore a te, un bacio immenso ❤

        Liked by 1 persona

  5. Giuliana · aprile 19, 2016

    Non tanto. lontano dalla realta’ futura, delizioso!

    Mi piace

    • bukurie · aprile 27, 2016

      Ciao Giuliana , scusami se rispondo in ritardo ma il tuo commento era finito in spam e non capisco il perché .Grazie per aver letto il mio racconto . Un sorriso 🙂

      Liked by 1 persona

      • Giuliana · aprile 27, 2016

        mia cara, ultimamente finisco nella spam di tutti, wp mi perseguita chissa’ perche’, forse e’ geloso della mia bravura? ahahahahah! un bacio

        Liked by 1 persona

  6. NonsoloNonna · aprile 19, 2016

    c<3me sempre bravissima!

    Liked by 2 people

  7. Georges 2679 · aprile 19, 2016

    Je te souhaite une bonne soirée…bisous

    Liked by 1 persona

  8. semprecarla · aprile 19, 2016

    Davvero scritto bene … 👍

    Liked by 1 persona

  9. fulvialuna1 · aprile 19, 2016

    E’ bello il viaggio nel mondo della fantasia!

    Liked by 1 persona

  10. vikibaum · aprile 20, 2016

    sì è fantasia ma potrebbe essere realtà…tutto è possibile…buondì viola, gli iris che belli…

    Liked by 1 persona

  11. Roby Wj · aprile 20, 2016

    Ciao, sei stato nominato/nominata per il Liebster Award, perdonami se superi come credo i 200 followers
    https://robywj.wordpress.com/2016/04/20/liebster-award/
    Ciao

    Liked by 1 persona

  12. kikkakonekka · aprile 20, 2016

    In un mondo di bugie, chi dice la verità viene preso per matto.
    E va curato a tutti i costi.

    Liked by 2 people

  13. caterina rotondi · aprile 20, 2016

    Molto realistico,specialmente,di lavorare tre giorni a settimana per risolvere il problema della disoccupazione, ne ho già sentito parlare.Molto coinvolgente il racconto, complimenti cara Viola
    Un abbraccio.
    Caterina

    Liked by 1 persona

  14. sherazade · aprile 20, 2016

    Il mio amore ti proteggerà
    Noooo gli psicofarmaci No!
    Sheraconunabbraccio

    Liked by 1 persona

  15. newwhitebear · aprile 20, 2016

    Un bel incipit – se si tratta del racconto di fantascienza annunciato – Incipit oppure no. è bello e piacevole da leggere davvero.
    Continuazione?

    Liked by 1 persona

  16. Pingback: Allucinazione | Opinionista per Caso2
  17. Pingback: Secondo viaggio nel nuovo mondo | Opinionista per Caso2
  18. Pingback: Le regole di Happy Land | Opinionista per Caso2
  19. Pingback: Prestito | Opinionista per Caso2
  20. Pingback: Cena | Opinionista per Caso2
  21. Pingback: Tempo di colazione | Opinionista per Caso2
  22. Ethirald · maggio 6, 2016

    Mi ha rabbrividito questo racconto. Complimenti, bukurie.

    Liked by 1 persona

  23. Alessandra Bianchi · maggio 13, 2016

    Veramente bello!

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...